Recensione Spider-Man: Edge Of Time per PS3

Sempre più spesso negli ultimi anni abbiamo assistiso alla creazione di prodotti videoludici tratti da pellicole cinematografiche o fumetti di grande successo in tutto il mondo, realizzati proprio per espandere gli orizzonti dei suddetti franchise in modo da raggiungere un pubblico più vasto possibile. Tra queste trasposizioni non hanno fatto alcuna eccezione i celeberrimi super-eroi della casa fumettistica Marvel, che anzi ormai da molti anni sono protagonisti di film ricchi di effetti speciali e videogames, che soprattutto in quest’ultima forma hanno ottenuto pareri contrastanti dalla critica.Uno dei brand certamente più “sfruttati” in tal senso vede protagonista il famoso Spider-Man, eroe che non ha certo bisogno di presentazioni, essendo uno dei personaggi dell’immaginario fumettistico mondiale tra i più amati e conosciuti e che ormai da qualche anno a questa parte grazie al publisher Activision torna nei negozi con una nuova avventura a lui dedicata quasi ogni anno. Visto l’ottimo successo riscontrato da Spider-Man: Shattered Dimensions, distribuito due anni fa ed accolto molto bene da critica e pubblico, il publisher ha deciso di confermare il team di sviluppo Beenox alla guida della serie. E’ arrivata così la conferma di un nuovo progetto, Spider-Man: Edge Of Time, nuova iterazione con protagonista l’arrampicamuri di quartiere che ci apprestiamo ad analizzare per capire se effettivamente il lavoro svolto su questo titolo è degno del predecessore o se al contrario è stato fatto un passo indietro rispetto al passato.Cominciamo subito concentrandoci sulla trama di questo Edge Of Time, che indubbiamente presenta dei pregi ma sfortunatamente anche alcuni difetti fondamentali.Rispetto al riuscito Shattered Dimensions, Edge Of Time si differenzia permettendo al giocatore di guidare solo due versioni del celebre arrampicamuri di quartiere. La versione classica, comunemente definita Amazing, e quella del futuro nel 2099, dietro al quale si cela la figura di Miguel O’Hara.La trama vede l’antagonista di turno, il Dr. Walker Sloan nel 2099 a capo delle industrie Alchemax, riuscire a realizzare una sorta di macchina complessa che permette a chiunque la utilizzi di viaggiare nel tempo. Ecco quindi che il nostro diabolico avversario decide di tornare indietro nel tempo per mettere a punto un piano in grado di rendere la sua azienda la più potente nel futuro, piano che prevede inoltre l’uccisione del povero Peter Parker nel passato (e quindi dell’uomo ragno) grazie all’aiuto di un potente Anti-Venom.Fortunatamente lo Spider-Man del 2099 viene a conoscenza dei piani di Sloan, e viaggiando nel tempo riesce miracolosamente a salvare lo Spider-Man del passato, trovandosi successivamente a collaborare con quest’ultimo per fermare il nemico comune e riportare la situazione alla normalità.E’ certamente fuori da ogni dubbio che le trame che presentano viaggi nel tempo e situazioni di questo genere possono in qualche modo attirare i giocatori, cosa che Edge Of Time riesce effettivamente a fare con una storia che per buona parte presenta eventi intensi e coinvolgenti e persino qualche colpo di scena.Senza svelare nulla in dettaglio, i veri problemi arrivano successivamente, soprattutto verso la fase finale del gioco, dove gli eventi prendono una piega decisamente scontata andando a concludere l’avventura in maniera troppo rapida, gestendo male o comunque non abbastanza una storia che, iniziata in maniera interessante, avrebbe potuto regalare qualcosa in più agli utenti.Concetriamoci adesso sul sistema di gioco offerto da questo prodotto. Come il suo predecessore, questo nuovo videogame realizzato da Beenox è una sorta di action basato molto sui combattimenti e sulle fasi esplorative che caratterizzano tutto il corso dell’avventura.Durante la storia che ci troviamo a vivere abbiamo la possibilità di guidare i due Spider-Man con una caratteristica molto importante di questo gameplay che si basa sulla collaborazione tra i due.Proprio grazie ai viaggi nel tempo ed i cosiddetti paradossi temporali, nei panni dell’Amazing Spider-Man più volte ci troviamo impegnati a compiere particolari azioni nel presente che inevitabilmente vanno a cambiare il futuro, permettendo ad esempio al protagonista del 2099 di avanzare nella propria avventura con quanto fatto.Importante ma per certi versi controverso nel gioco è poi il sistema di combattimento realizzato dal team creativo.I ragazzi di Beenox, infatti, hanno dato vita ad un sistema di combattimento sostanzialmente uguale tra le due versioni del protagonista, tranne che per qualche eccezione data da speciali poteri a disposizione dei due e differenti gli uni dagli altri.La versione di Spider-Man del presente, oltre alle classiche combo create con calci, pugni, acrobazie ed utilizzo di ragnatele, ha la possibilità di sfruttare una grande velocità che gli permette ad esempio di attaccare i nemici rapidamente o semplicemente fuggire nelle fasi eccessivamente complicate.La versione del 2099, invece, ha la possibilità di creare in combattimento una sorta di copia identica all’originale utile per distrarre i nemici ed agire di conseguenza.A disposizione, i giocatori hanno inoltre una speciale abilità che permette di rallentare il tempo per un periodo limitato in modo da eliminare qualsiasi nemico nelle vicinanze senza particolari complicazioni.In aggiunta a tutto ciò, inoltre, è presente un sistema di crescita dei due protagonisti che permette agli utenti di raccogliere sfere viola ed oggetti collezionabili grazie ai quali acquistare nuove combo ed abilità decisamente utili nel corso dell’avventura.Il vero problema di questo sistema di combattimento, tuttavia, va trovato proprio nella eccessiva semplicità delle azioni da compiere. E’ infatti possibile notare come anche le combo più complesse durante l’avventura si rivelino tutto sommato inutili durante gli scontri, in quanto anche durante i momenti più complicati non risulta particolarmente difficile superare ogni genere di scontro semplicemente attaccando senza sosta gli avversari con le solite mosse a disposizione.Questo fattore, oltre a rendere quasi ogni combattimento semplice da superare, genera una ripetitività di fondo nel gameplay che a lungo andare rischia di annoiare soprattutto i videogiocatori abituati ad altro.A scongiurare, tuttavia, questo elemento di ripetitività, ci pensa in qualche modo il continuo variare tra le due realtà presenti nell’avventura, che nonostante delle meccaniche di gioco quasi del tutto identiche tra loro riesce ad assicurare ai giocatori una esperienza accettabile e tutto sommato interessante nel complesso.Altro elemento che presenta elementi positivi e negativi è invece la schiera di avversari da sconfiggere all’interno del gioco.Sfortunatamente, infatti, il team Beenox non si è sforzato più di tanto a creare delle tipologie di nemici diverse tra loro, dando vita al contrario a degli avversari decisamente troppo simili (se non addirittura identici) tra loro, elemento che non contribuisce di certo a variare in maniera considerevole l’esperienza di gioco.Discorso sicuramente differente va fatto invece per i boss principali, tutti molto diversi tra loro, in alcuni casi persino complicati da eliminare e comunque caratterizzati in maniera interessante, mettendo il giocatore alle prese con tattiche sempre diverse da adottare per portare a termine il combattimento, soprattutto nelle fasi finali, dove possiamo contare anche sulla collaborazione tra lo Spider-Man Amazing e quello del 2099.Altro fattore che il team creativo avrebbe dovuto curare maggiormente è invece la telecamera, che in momenti particolarmente concitati arriva persino a perdere di vista il protagonista rendendo complicati alcuni combattimenti.Risultano del tutto assenti, invece, modalità multiplayer ed online dedicate, elemento che a quanto pare il team di sviluppo ha deciso di non inserire.Interessante, invece, la presenza di una modalità Sfida che permette agli utenti di rivivere alcune sequenze tratte dall’avventura principale da portare a termine entro un certo limite, consentendo di sbloccare costumi alternativi per i due protagonisti ed altri oggetti interessanti. Elemento aggiuntivo che contribuisce ad espandere ulteriormente l’esperienza di gioco.Spider-Man: Edge Of Time è da considerare invece accettabile dal punto di vista del comparto grafico.I ragazzi di Beenox, rispetto a Shattered Dimensions, hanno infatti realizzato un comparto tecnico non particolarmente differente rispetto al lavoro precedente, dando vita ad una grafica inferiore ad altre produzioni di questa generazione, ma comunque piacevole da vedere.I due Spider-Man protagonisti presentano un design interessante con particolare cura nei dettagli, mentre le scene animate offerte dal titolo risultano molto belle da vedere.Lo stesso, sfortunatamente, non si può dire per i nemici, praticamente tutti molto simili tra loro e con poca cura nel design, al contrario invece dei boss realizzati decisamente meglio.Stessa cosa per le ambientazioni presenti nel gioco, che tranne per qualche rara eccezione, risultano poco varie tra loro e soprattutto poco dettagliate senza elementi di contorno in grado di spiccare particolarmente.Nella media, invece, la longevità offerta dal prodotto, con un’avventura principale che impegna tra le sei e le otto ore per essere portata e termine, ulteriormente espandibili grazie soprattutto alle diverse sfide disponibili con le quali sbloccare ogni contenuto possibile.Infine possiamo considerare riuscito il comparto sonoro, che presenta musiche adatte alle diverse situazioni che ci si trova ad affrontare nell’avventura, suoni credibili ed un doppiaggio inglese con ottime voci, una buona interpretazione e persino battute divertenti tra i due Spider-Man che aiutano a non annoiare gli utenti. Soddisfacente, infine, la traduzione dei sottotitoli in italiano quasi del tutto fedele alla versione originale.Per certi versi è innegabile come Spider-Man: Edge Of Time, rispetto a Shattered Dimensions, abbia fatto qualche passo indietro, mettendo a disposizione dei giocatori una esperienza di gioco complessiva accettabile seppur non esente da difetti di vario genere.Partendo dalla trama che dopo un inizio interessante ed un prosieguo coinvolgente ad un certo punto si perde rispetto al principio, assicurando ai giocatori una buona trama ma tutto sommato scontata; altrettanto deludente il sistema di combattimento, decisamente troppo simile tra i due protagonisti e sicuramente semplificato nei combattimenti, fattore che rischia di creare un certa ripetitività.Un lavoro migliore lo avrebbe richiesto invece la realizzazione della telecamera, in grado di creare problemi non indifferenti durante momenti di gioco molto rapidi e concitati.Sicuramente interessante risultano invece la possibilità di passare da una realtà all’altra in maniera rapida e gli scontri con i boss, spesso intensi e persino complicati da abbattere.Nella media invece risultano comparto sonoro, longevità e comparto grafico, con quest’ultimo che a scene animate interessanti e design dei protagonisti convincenti, alterna purtroppo la poca cura del team di sviluppo nella varietà dei nemici, tutti troppo simili tra loro.In definitiva Spider-Man: Edge Of Time è un prodotto inferiore al suo predecessore ma tutto sommato sufficiente, adatto ad un pubblico giovane ed ovviamente a tutti i fans del celeberrimo arrampicamuri Marvel. Se invece siete giocatori con molta esperienza e cercate un prodotto di maggiore impatto il consiglio è concentrarvi su altro o aspettare il prossimo arrivo del nuovo videogame legato a questo stesso brand, The Amazing Spider-Man, con la speranza che il team Beenox con questo nuovo progetto riesca ad offrire un prodotto nettamente superiore ad Edge Of Time.

image

image

image

Informazioni su davidedezan

alto,esperto di pc e simpatico!

Pubblicato il 23 aprile 2012, in giochi, News, ps3, recensioni, sony con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: