Call of Duty Black Ops 2: 4 buoni motivi per provarlo

Dal 2007, data di uscita di “Call of Duty 4: Modern Warfare”, i cambiamenti sono stati pochi, malgrado è possibile contare ben 4 videogame usciti dopo quest’ultimo, rispettivamente 2 Black Ops di Treyarch e 2 Modern Warfare di Infinity Ward.

La qualità dei vari videogame è in molti casi indiscutibile ma dopo la svolta “contemporanea” sulle ambientazioni, le novità vere e proprie si sono limitate a piccoli dettagli. Black Ops 2, potrebbe diventare un nuovo punto di riferimento per quanto riguarda il brand perché andrà a introdurre numerosi elementi innovativi, combinandoli con elementi che hanno reso Call of Duty un successo mondiale e, in occasione del rilascio di nuovi screenshot, vediamone alcuni:

Foto Call Of Duty Black Ops 2

L’ambientazione futuristica colloca questo nuovo capitolo nel 2025, troppo presto per astronavi e armi laser, ma abbastanza avanti per pesanti mech corazzati e droni da guerra assortiti, creando quindi un punto di rottura non solo con il capitolo precedente, ma in generale con tutta la serie.

In tutti i Call of Duty fin dal primo episodio, nella campagna single player era possibile adoperare, in predeterminati punti, i veicoli, ma quanto pare questa volta l’uso dei mezzi non si limiterà a sequenze scriptate del single player.

La storia narrata non sarà lineare, come spesso accade accade per i giochi non GDR, ma avrà a disposizione alcune varianti determinate dalle azioni intraprese dal giocatore nella modalità Strike Force, dove in pratica il giocatore dovrà comandare tatticamente una squadra, senza però partecipare  all’azione in prima persona.

APPROFONDIMENTO: Call of Duty Black Ops 2: nuovi dettagli, modalità Strike Force

Parlando sempre del gameplay e tralasciando il comparto tecnico e grafico, altra novità degna di nota è l’inserimento fin dal principio della modalità zombie.

Il popolarissimo mod “artigianale” nato su Call of Duty 2, che nelle sue numerose varianti ha creato una divertente alternativa alle solita partite multiplayer, sarà quindi integrato nel codice di Black Ops 2 con due modalità, survival e story.

Nella prima modalità sarà necessario difendere un edificio da diverse orde di zombie che si faranno sempre più forti e l’obbiettivo è quello di resistere più tempo possibile. Per quanto riguarda la seconda modalità non si hanno informazioni, ma è facile immaginare che potrebbe trattarsi di qualcosa di molto simile a Left 4 Dead.

APPROFONDIMENTO: Call of Duty: Black Ops 2, menù della modalità Zombie

Call of Duty World at War fu il primo ad inserire la modalità zombie all’interno della versione ufficiale, ma a causa di numerosi problemi tecnici (e una quantità infinita di bug) il gioco non ottenne un grande successo. Questa volta Treyarch ci riprova e sembrerebbe che potrebbe spuntarla, a novembre la prova del 9.

Informazioni su davidedezan

alto,esperto di pc e simpatico!

Pubblicato il 24 maggio 2012, in giochi, News, ps3, sony con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: